domenica 1 marzo 2009

Il buon samaritano '09

Tra due bidoni delle immondizie, in fondo ad una strada di una grande città, giaceva un uomo svenuto. Era sporco e sanguinante.

Passò un ronda di sicurezza e si fermò proprio davanti a lui. Gli omoni della ronda borbottarono tra di loro: "Lo hanno conciato proprio bene!" "Se lo sarà meritato di sicuro""E' un marocchino""Sicuramente un poco di buono""Che se ne tornino a casa loro...""...E lascino l'Europa a noi cristiani!""Altro che moschee e couscous". E proseguirono nel loro giro d'ispezione.

Passò poi il comitato di redazione di un diffuso quotidiano cattolico. Mentre camminavano discutevano animatamente della prossima enciclica papale sulla giustizia sociale, ma si fermarono comunque, sorpresi di veder quel corpo martoriato. Una giornalista suggerì al direttore di chiamare un'ambulanza. Il direttore ci riflettè un secondo, poi disse che era meglio di no: "Non vedi che è straniero? Non possiamo proprio intervenire. Cosa penserebbe il governo? Magari se la prendono. Magari poi un ministro arriva a denunciarci. Dobbiamo essere prudenti e pensare ai finanziamenti alle nostre scuole. Ci penserà qualcun altro." E proseguirono verso la sede del giornale.

Passò poco dopo un gruppo di militanti del partito democratico. Erano stati comunisti tutti d'un pezzo nei tempi d'oro di Berlinguer. Ora era rimasta tanta amarezza. Erano della corrente più vicina ai radicali. Dell'ideologia di un tempo non erano rimasti che relativismo, laicismo e anticlericalismo. Una vecchia compagna femminista si accorse dell'uomo tra i bidoni. Un veloce sguardo d'intesa e lo caricarono sul furgoncino, tra i manifesti della campagna elettorale e lo portarono in ospedale. In ospedale lo affidarono agli infermieri, poi ripartirono, diretti a tutto gas all'assemblea nazionale.

Il dottore era stanco morto. Aveva passato la giornata ad una manifestazione per la difesa di Eluana e ora gli toccava pure il turno domenicale al pronto soccorso. Si avvicinò al lettino dell'uomo svenuto. "E' straniero" notò "Ha anche un grave trauma cranico e ha perso molto sangue. Avrebbe bisogno di un intervento urgente". Ci pensò sù un secondo, poi si chiese "Magari è un clandestino.... Vediamo se ha dei documenti". Documenti non ce n'erano. Solo un portafoglio vuoto. "Meglio chiamare la polizia" si decise il dottore. Uscì dalla stanza e andò ad avvertire le forze dell'ordine.

Quando la polizia arrivò, trovò l'uomo già morto. "Dottò" fece il capitano "Con tutti i crimini che succedono in città, le pare il caso di disturbarci per un cadavere?". Il medico nicchiò e constatò l'ora del decesso: "Sono giusto le tre" E scrisse sul referto "deceduto alle ore 15.05".

9 commenti:

hagrid ha detto...

ti piacerebbe che andasse così ... i tuoi amici e i tuoi nemici al loro posto ...
come nel peggiore western
tutto il contrario della parabola
che invece serve a rompere ogni politicamente corretto di destra o di sinistra

ma non era un'ammalata?
e non ci aveva già le sue samaritane?

luca ha detto...

hagrid, guarda che è andata così.
sei poi così sicuro di sapere quali siano i miei amici e i miei nemici?

ps. questo non è un post su eluana, qualora non si fosse capito.

Anonimo ha detto...

Secondo me, te lo sei inventato.

luca ha detto...

beh, è roba pubblica, su tutte le pagine dei giornali.

il governo scrive un decreto legge in cui permette ai medici di denunciare i clandestini.

io mi permetto di rilevare una contraddizione tra come ci si è spesi per eluana englaro e l'indifferenza con cui si è accettato un simile provvedimento.

mi chiedo anche se il decreto sicurezza (e in particolare questa norma) sia conforme allo spirito cristiano. se non lo fosse, lo sbandieramento della propria identià religiosa da parte delle forze di governo mi parrebbe ipocrita.

mentre, in questa occasione, mi sono sembrate più vicine al messaggio di cristo proprio quelle forze politiche che vengono accusate (magari spesso anche a ragione) di relativismo e anticlericalimo.

allora, è andata così?

hagrid ha detto...

Non vota cavaliere neppure Hagrid!

luca ha detto...

me ne compiaccio, anche se in questo post non me la prendevo con il cavaliere, ma con coloro che fanno sfoggio della loro fede a scopi politici ad intermittenza.

io chiedo solo coerenza.

Anonimo ha detto...

Piu' ti leggo e piu' scuoto la testa. Te al massimo ti ci vedo nei panni del teologo della liberazione o come compagno di studi di Monsignor Milingo.

(e comunque, uno dei miei miti intellettuali e' un frate domenicano. Giordano Bruno Nolano)

Ciao, Ja.

Anonimo ha detto...

Non pensi di essere un pochino infantile? ^_^;;
Non che sia grave, in fondo sei il ritratto del blogger standard.

c.

luca ha detto...

ja, tu mi vedi proprio male, allora...

x c.: sarà. e, come tu stesso scrivi, non è un problema.