lunedì 24 settembre 2007

Quality Time

E voi come risolvereste questo problema di politica sociale?

Problema:
Siete l'assessore alle politiche sociali di un qualsiasi comune inglese. Il vostro bilancio per l'assistenza socio-sanitaria è in profondo rosso con tendenza a peggiorare. Infatti, tra invecchiamento della popolazione, crescente attenzione alle persone disabiliti, caro casa, etc etc, le vostre uscite sembrano proprio voler toccare il cielo. Sul lato delle entrate avete, invece, un governo centrale che decurta, implacabile, i trasferimenti. Così non si va avanti. Bisogna trovare una soluzione per evitare a) la rivolta del vostro elettorato (perchè tutti, ma proprio tutti, hanno un parente disabile o in ospizio); b) il commissariamento del vostro comune per bancarotta.

Procedimento (partecipato):
Gli amministratori inglesi hanno lavorato al problema per un decennio. Hanno parlato con tutti: esperti, autistici, lavoratori, autisti, parenti. Hanno organizzato riunioni, assemblee e consultazioni; hanno distribuito volantini, questionari e lettere con carta intestata; e, infine, hanno trovato la quadratura del problema.

Soluzione:
a) Calcolate la quantità di ore-lavoro x utente che state attualmente fornendo e dividetela a metà. Il risultato è il tetto del servizio che fornirete ai vostri utenti da domani in poi.
b) Chiudete tre-quarti dei centri diurni presenti sul territorio.
c) Chiudete il servizio navetta che portava i vostri clienti al loro centro diurno. Date un abbonamento dell'autobus gratuito a quelli che camminano. A tutti gli altri regalate uno sconto per prendere il taxi.
d) Raggruppate tutti i vostri clienti (più o meno disabili, più o meno anziani) nei centri superstiti, ma consigliate loro di non venire proprio.
e) Offrite a tutti i vostri clienti un supporto/accompagnamento (minore o uguale al tetto che avete stabilito al punto a) per attività diurne e notturne di loro scelta (esempio: piscina, cavallo, discoteca, bricolage, pittura, giardinaggio, cucina).
f) Spiegate che, finalmente, i vostri clienti non saranno più parcheggiati in una sorta di oscura istituzione totale, ma avranno un bellissimo, divertentissimo, agognatissimo, strabiliantissimo, fantasmagorissimo quality time.

5 commenti:

Ja ha detto...

mah, e' un po' piu' complessa di cosi'.

luca ha detto...

non mi sono inventato niente, giuro!
questo post è in realtà il verbale di una riunione ad un centro diurno che sopravviverà alla Grande Selezione.

però se vuoi approfondire accomodati pure. anzi sei il ben venuto!

Skeight ha detto...

E' prevista la soluzione: "sostituire il governo centrale con un comitato di salute rivoluzionaria"?

luca ha detto...

mi pare una soluzione ottima!

johnny homeless ha detto...

Caro casa? Guardate qui,al posto del governo la soluzione l'ha trovata un'azienda che produce autoradio!E' la rivolta ironica dei bamboccioni come me!